telefono icon

 

 

 

Combinatore telefonico

Il combinatore telefonico fa parte dei dispositivi di segnalazione, il suo compito è quello di comunicare all'utente e/o alle forze dell'ordine, mediante l'invio di chiamate vocali e/o sms, una condizione d'allarme o di avaria. A seconda del tipo di linea telefonica utilizzata il combinatore può essere:

  • Analogico: utilizza la tradizionale linea telefonica commutata (PSTN), molto usato in passato è stato via via messo da parte in favore dei combinatori gsm. Lo svantaggio di questa tipologia di combinatore sta nel fatto che il doppino utilizzato per la trasmissione è accessibile da punti esterni all'abitazione, ad esempio la colonna montante condominiale o l'armadio di permutazione, e per questo motivo di facile neutralizzazione.
  • Gsm: utilizza una sim card come quella per i telefonini. Questa tipologia di combinatore offre molti vantaggi, per esempio non ha il problema del "taglio" del doppino (anche se in realtà esistono degli strumenti, Jammer, in grado di alterare il segnale GSM in un raggio di 30/50 metri) e può essere installato anche in luoghi dove non è presente la linea telefonica. Di contro, a meno che non si scelga di utilizzare una sim a contratto, necessita di più attenzioni da parte dell'utente, che deve fare delle verifiche periodiche del credito e dello stato della sim. 
  • Duale: utilizza entrambe le tipologie di linea e ne prende pregi e difetti. Il vantaggio di questa tipologia di combinatore è che in caso di avaria di uno dei due canali può sempre contare sull'altro.

Scelta della simcard

Prima di procedere all'acquisto di una sim per il nostro combinatore dobbiamo verificare quale gestore offre la copertura maggiore, per fare questa verifica bisogna posizionarsi con un cellulare in prossimità del luogo di installazione del combinatore e poi contare le tacche che appaiono sul display, l'intensità del segnale va da un minimo di 1 ad un massimo di 5 tacche, diciamo che una copertura di tre tacche comincia ad essere un valore accettabile, in caso di dubbi si può procedere effettuando una chiamata dal medesimo luogo per verificare, in modo empirico, la qualità della conversazione, se non riusciamo ad ottenere un buon livello di segnale possiamo comunque provare con altri gestori. Una volta scelto l'operatore bisogna scegliere il tipo di contratto, abbonamento o ricaricabile; l'abbonamento è sicuramente la via più sicura, infatti a fronte del pagamento di un canone mensile non avremo problemi di credito esaurito o di sim scadute, la sim ricaricabile è la soluzione più economica, ma bisogna ricordarsi di verificare periodicamente il credito e di eseguire almeno una ricarica ogni 11 mesi pena la disattivazione della sim. Molti combinatori telefonici offrono dei servizi riguardanti il controllo del credito e il periodo di scadenza della sim, personalmente ritengo questi servizi poco affidabili perché "funzionano" fino a quando il gestore di telefonia non decide di cambiare i protocolli di invio del credito residuo, a quel punto, visto che il combinatore non può aggiornarsi in maniera autonoma, il servizio diventa inutile.

Funzionamento

Sulla morsettiera della scheda di un combinatore possiamo trovare:

  • Lin/Lout: sono i morsetti di ingresso/uscita della linea urbana.
  • OP: sono le uscite che il combinatore utilizza per dare delle segnalazioni tipo "Avaria GSM" o per eseguire dei comandi remoti su richiesta dell'utente.
  • Ingressi: sono dei morsetti sui quali vengono collegati dei contatti di tipo NA (Assenza di polarità) o NC (presenza di polarità), la variazione di stato di questi contatti fa partire il ciclo di chiamate.
  • GND: morsetto per collegamento al negativo.
  • BLK: morsetto per il blocco delle chiamate. 
  • +/- : morsetti di alimentazione.
  • Batt: morsetti per connessione batteria tampone.
  • Tamper: morsetti di connessione per l'antisabotaggio.

Ogni ingresso del combinatore viene associato ad un diverso canale d'allarme ad esempio: il canale 1 per la rapina,il 2 per il furto, il tre per l'avaria ecc.. ad ogni canale d'allarme viene associato un messaggio in fonia, un sms e uno o più numeri telefonici. Quando la centrale rileva una condizione d'allarme commuta lo stato degli ingressi collegati al combinatore telefonico che avvia il ciclo di chiamate. L'utente chiamato, una volta ascoltato il messaggio, può dare conferma dell'avvenuta ricezione, in modo che il combinatore non lo richiami al prossimo ciclo, oppure, se il suo livello di autorità glielo permette, può decidere, attraverso la digitazione del codice utente, di interrompere l'intero ciclo. I combinatori danno la possibilità di programmare il numero di cicli di chiamata, generalmente 3, e il numero di ripetizioni del messaggio. Per quanto riguarda l'ordine dei numeri telefonici, alcuni preferiscono mettere in prima posizione il proprio, in modo da poter resettare in caso di falso allarme, altri preferiscono mettere prima quello della polizia o vigilanza e poi al massimo si scusano.

Comandi remoti

I combinatori telefonici di ultima generazione posso interfacciarsi con la centrale d'allarme e possono fornire all'utente informazioni relative allo stato del sistema o eseguire dei comandi remoti come on/off sistema, accensione e spegnimento luci, caldaie ecc... I comandi possono essere eseguiti solo dai numeri telefonici memorizzati all'interno del combinatore, con adeguato livello di autorità e previa digitazione del codice utente, le chiamate provenienti da numeri non abilitati o sconosciuti vengono rifiutate. I combinatori più all'avanguardia se chiamati rispondono all'utente proponendogli un menu vocale ad albero (tipo call-center) che lo guida sull'utilizzo delle varie funzioni.

Funzioni speciali

Tra le funzioni speciali di alcuni combinatori telefonici troviamo:

Ascolto ambientale.
Possibilità di stabilire una comunicazione bidirezionale.
Possibilità di essere usati come telefoni normali (tipo telefono fisso).
Anti Jamming.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Sei qui: Home Antintrusione Combinatore telefonico
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare i contenuti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per informazioni o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi la nostra Cookie Policy. do questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. 
Per informazioni o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi la nostra Cookie Policy